Aggiornamento contributi a fondo perduto Luglio 2020 -2

Contributo a fondo perduto fino al 70% per le imprese artigiane in Friuli-Venezia Giulia.

Area Geografica: Friuli Venezia Giulia
Scadenza: BANDO APERTO | Scadenza il 31/10/2020
Beneficiari: Micro Impresa, PMI, Persona fisica
Settore: Artigianato
Spese finanziate: Consulenze/Servizi, Opere edili e impianti, Avvio attività / StartUp, Attrezzature e macchinari
Agevolazione: Contributo a fondo perduto

sono attivati i seguenti canali contributivi:

  1. incentivi alle imprese di nuova costituzione;
  2. finanziamenti a favore dell’artigianato artistico, tradizionale e dell’abbigliamento su misura;
  3. finanziamenti per sostenere l’adeguamento di strutture e impianti;
  4. ammodernamento tecnologico;
  5. consulenze concernenti l’innovazione, la qualità e la certificazione di prodotti;
  6. incentivi per la partecipazione a mostre, fiere, esposizioni e manifestazioni commerciali nazionali ed estere;
  7. contributi alle imprese artigiane di piccolissime dimensioni.

Tipologia di interventi ammissibili

  • Adeguamento di preesistenti strutture produttive ed impianti alla normativa in materia di prevenzione incendi
  • Adeguamento di preesistenti strutture ed impianti alla normativa in materia di prevenzione infortuni, igiene e sicurezza sul lavoro
  • Adeguamento di preesistenti strutture e impianti alla normativa in materia di antinquinamento

Le spese ammissibili sono:

a) modifica o sostituzione di impianti per la prevenzione incendi;

b) modifica o sostituzione di impianti per l’aerazione e la regolazione della temperatura e umidità nei luoghi di lavoro; modifica o sostituzione di impianti per l’utilizzazione dell’energia elettrica; modifica o sostituzione di impianti idrici e sanitari

c) modifica o sostituzione di impianti per la difesa dagli agenti nocivi; interventi edilizi per la rimozione o demolizione dell’amianto

d) opere edili connesse agli interventi finanziati

e) spese di progettazione

f) spese per il trasporto e il montaggio necessari alla realizzazione degli interventi previsti.

Entità e forma dell’agevolazione

L’intensità dell’aiuto è pari al 30% delle spese ammissibili ed è elevata al 40% qualora sussista una delle seguenti condizioni:

a) imprese artigiane appartenenti all’imprenditoria giovanile

b) imprese artigiane appartenenti all’imprenditoria femminile

c) imprese artigiane localizzate nelle zone di svantaggio socio economico

La spesa complessiva ammissibile deve rientrare nei seguenti limiti:

a) importo minimo pari a 5.000,00 euro

b) importo massimo pari a 50.000,00 euro

 

AMMODERNAMENTO TECNOLOGICO

Soggetti beneficiari

Imprese artigiane iscritte all’Albo Imprese Artigiane (AIA) da almeno 5 anni, che non siano iscritte all’artigianato artistico e tradizionale e che non facciano nello stesso anno solare domanda per la linea imprese di piccolissime dimensioni.

Tipologia di spese ammissibili

L’Amministrazione Regionale concede incentivi in conto capitale per l’ammodernamento tecnologico, al fine di sostenere la competitività e l’innovazione tecnologica delle imprese artigiane.

– Sono finanziabili le iniziativi dirette ad introdurre nel processo aziendale innovazioni di prodotto e di processo.

– Sono ammissibili le spese strettamente legate alla realizzazione di delle iniziative di cui al  punto 2, concernenti;

  1. Acquisto e installazione di macchinari (non sono finanziabili a titolo esemplificativo automezzi, autocarri, mini escavatori, muletti), impianti, strumenti e attrezzature nuove di fabbrica di importo unitario pari o superiore a 100,00 euro al netto dell’IVA;
  2. Hardware e beni immateriali quali software e licenze d’uso funzionali ai beni sopra indicati (Tablet, Smartphone e Laptop non sono ammissibili)

Entità e forma dell’agevolazione

L’intensità dell’aiuto è fissa pari 40% delle spese ammissibili ed è elevata al 45% qualora l’impresa sia in possesso del rating di legalità.

La spesa complessiva ammissibile deve rientrare nei seguenti limiti:

a) importo minimo pari a 3.000,00 euro

b) importo massimo pari a 20.000,00 euro

_______________________________________________________________________

L.R. 34/04. Finanziamento agevolato e contributo a fondo perduto per lo sviluppo delle imprese e per l’ammodernamento e innovazione dei processi produttivi.

Area Geografica: Piemonte
Scadenza: BANDO APERTO | Fino ad esaurimento fondi
Beneficiari: Micro Impresa, Grande Impresa, PMI
Settore: Artigianato, Commercio, Industria, Servizi/No Profit, Turismo, Cultura, Agroindustria/Agroalimentare
Spese finanziate: Consulenze/Servizi, Opere edili e impianti, Attrezzature e macchinari
Agevolazione: Contributo a fondo perduto, Finanziamento a tasso agevolato
  • Tipologia di interventi ammissibili

    Per entrambe le Linee A e B, sono finanziabili i seguenti costi, legati allo sviluppo ed all’operatività dell’impresa:

    -Spese principali:

    Macchinari e impianti di servizio ai macchinari, attrezzature;

    • hardware e software;
    • mobili, arredi, macchine d’ufficio, altri beni, strumentali al progetto di investimento;
    • automezzi per trasporto di cose alimentati a combustibili tradizionali o a combustibili alternativi;
    • opere edili;
    • brevetti, marchi, licenze, diritti d’autore;

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione iniziale complessiva della Sezione Finanziamento è pari a € 80.070.000,00.

Per entrambe le linee sono ammissibili gli interventi legati allo sviluppo ed all’operatività dell’impresa di importo minimo pari a:

25.000 euro micro e piccole imprese;
250.000 euro medie imprese;
500.000 euro
 grandi imprese.

Contributo a fondo perduto:

– micro imprese: 10% della quota di finanziamento pubblico erogata;
– piccole imprese: 
8% della quota di finanziamento pubblico erogata;
– medie imprese: 
4% della quota di finanziamento pubblico erogata.

Scadenza

La domanda può essere presentata dal 18 febbraio 2020 fino ad esaurimento risorse

___________________________________________________________________

Contributo a fondo perduto per la riqualificazione e lo sviluppo di impresa in Oltrarno

Area Geografica: Toscana
Scadenza: BANDO APERTO | Fino ad esaurimento fondi
Beneficiari: PMI
Settore: Artigianato, Commercio
Spese finanziate: Attrezzature e macchinari, Avvio attività / StartUp, Opere edili e impianti
Agevolazione: Contributo a fondo perduto

Il comune di Firenze indice un bando per la concessione di finanziamenti volti a sostenere progetti di sviluppo e riqualificazione imprenditoriale predisposte da piccole imprese, costituite o da costituire, che abbiano (o vogliano avere) una propria sede nella zona dell’Oltrarno.

Soggetti beneficiari

Piccole imprese regolarmente costituite e ubicate negli ambiti territoriali oggetto del Bando.

Tipologia di interventi ammissibili

LINEA 1: Riqualificazione di esercizi, attività e punti vendita già esistenti, in armonia con gli elementi caratterizzanti il quartiere storico dell’Oltrarno.

LINEA 2: Start-uo di impresa, apertura nuovi esercizi, attività, punti vendita e/o sedi operative limitatamente alle imprese operanti nel settore dell’Artigianato artistico e nel campo del design.

Tipologie di spese ammissibili

– studi di fattibilità, progettazione esecutiva, direzione lavori e servizi di consulenza e assistenza nel limite del 10% del programma di investimenti. Sarà comunque verificata la congruità di tale voce di spesa.
– acquisto brevetti, realizzazione di brevetti (spese di R&S per lo sviluppo del brevetto ad esclusione delle spese legali per la registrazione del brevetto), realizzazione del marchio aziendale, acquisto licenza d’uso del marchio aziendale, realizzazione sistemi di qualità, certificazione di qualità, certificazione ambientale, certificazione di responsabilità sociale, ricerca e sviluppo.
– opere murarie e assimilate comprese quelle per l’adeguamento funzionale dell’immobile alle esigenze produttive e/o per la ristrutturazione dei locali (impianti tecnici quali elettrico, di condizionamento, idrico, antincendio, etc.). Le spese per l’adeguamento funzionale e/o per la ristrutturazione dei locali devono essere strettamente funzionali all’attività di impresa, collegate ad altri investimenti a carattere produttivo, e non possono superare il 60% del totale degli investimenti ammissibili.
– acquisto di impianti, macchinari ed attrezzature, compresi gli arredi.
– acquisto e installazione insegne pubblicitarie.
– sistemi informativi integrati per l’automazione, realizzazione siti web con funzionalità di ecommerce, impianti automatizzati o robotizzati, acquisto di software per le esigenze produttive e gestionali dell’impresa.
– investimenti atti a consentire che l’impresa operi nel rispetto di tutte le norme di sicurezza dei
luoghi di lavoro e a tutela dei dipendente, dell’ambiente e del consumatore.

Entità e forma dell’agevolazione

I contributi potranno essere concessi fino al 50% delle spese ritenute ammissibili nell’ambito della realizzazione del progetto presentato, siano esse in conto capitale o in conto gestione. I contributi concessi potranno avere le seguenti tipologie:

– Finanziamenti a fondo perduto in conto capitale per progetti afferenti alla LINEA 1

– Finanziamenti a fondo perduto in conto capitale o in conto gestione per progetti afferenti alla LINEA 2 per ciascun progetto e ciascuna impresa potrà essere concesso un contributo massimo di 10.000,00 €.

Lasciaci i tuoi dati per ricevere gli aggiornamenti su Contributi e Agevolazioni





  Ho letto e accetto la politica sulla privacy



Redazione

About Redazione

logo

Monaldi Professional Team Srl
Via Lazio, 9 - 61122 Pesaro (PU)
Telefono: 0721 418810
Fax: 0721 455556
Email: info@monaldi.com


Skype: monaldi.professional.team

Close

Contattaci per una consulenza o per maggiori informazioni!






  Ho letto e accetto la politica sulla privacy



Close

Contact us for advice or more information!






  I have read and accept the privacy policy