PANNELLI ENDOTERMICI SURYA

I PANNELLI ENDOTERMICI SURYA certificati ATEX  possono essere installati in cabine vecchie e nuove. Consentono di risparmiare oltre l’80% di denaro, non inquinano e garantiscono risultati di qualità superiore.

ECOlogici: completamente elettrici; zero emissioni CO in atmosfera;

ECOnomici: circa 3,00 € per un’essiccazione completa; riduzione 50% dell’assorbimento elettrico; riduzione 50% costi manutenzione cabina; zero costo manutenzione pannelli

ECOsostenibili: struttura totalmente in alluminio riciclabile; nessun ricambio; zero impatto ambientale

Per cabine vecchie e nuove

I pannelli endotermici Surya possono essere montati su cabine vecchie o nuove, sia che abbiano luci solo nella parte alta o anche sui lati.

Completamente elettrici

I pannelli endotermici sono completamente elettrici ed utilizzano fonti di energia rinnovabili. Non è necessaria la presenza del bruciatore e quindi evitano anche il certificato di prevenzione incendi e i controlli di legge dei Vigili del Fuoco.

Rispetto dell’ambiente

Ecologici al 100%, i kit di pannelli Surya utilizzano materiali riciclabili e hanno una lunghissima durata. Non abbiamo mai smaltito un singolo pannello, fino ad oggi!!!

ZERO Emissioni in atmosfera

Non essendo presente alcun combustibile fossile nel processo di riscaldamento ed essiccazione, non vengono prodotti inquinanti né emissioni in atmosfera

Riduzione tempi di lavoro

Dopo un ciclo di essiccazione, una volta raffreddato, il pezzo può essere direttamente lavorato oppure verniciato con una successiva mano di vernice. Questo consente di velocizzare di molto il ciclo di lavoro.

Risparmio economico

In termini di risparmio economico, il kit di pannelli endotermici Surya non ha rivali. Da costi che vanno dai € 20 ai € 25-30 euro dei combustibili tradizionali (metano o gasolio) si passa a meno di € 3,60 per un ciclo di essiccazione completo!

Massima qualità del risultato

Con l’essiccazione ad irraggiamento, la qualità del risultato è eccellente e stabile nel tempo: il colore non vira e non sbiadisce.

RICHIEDI INFORMAZIONI O UN PREVENTIVO SENZA IMPEGNO





  Ho letto e accetto la politica sulla privacy



Il funzionamento dei pannelli endotermici Surya è completamente elettrico: il calore irradiato in verniciatura e in essiccazione permette di effettuare tutte le lavorazioni necessarie all’interno della cabina di verniciatura e di ottenere notevoli migliorie dal punto di vista della qualità dei risultati, del risparmio (sia di tempo che di denaro!) e dal punto di vista ambientale.
Infatti il principio di funzionamento è completamente diverso dal tradizionale sistema con scambiatore di calore e bruciatore.
Quest’ultimo infatti, che sia a fiamma indiretta o libera, riscalderà il nostro supporto sempre e comunque in maniera indiretta: scalderà l’aria che a sua volta andrà a scaldare la superficie del supporto (quindi per convenzione), con tutti gli svantaggi che un tale sistema presenta in termini di efficienza.
I pannelli endotermici Surya invece riscalderanno il supporto per irraggiamento, andando ad agire direttamente sul supporto, senza la necessità di riscaldare l’aria. E’ facile intuire che, dal punto di visto dei rendimenti, ci saranno enormi benefici in termini di risparmio economico, di rispetto dell’ambiente e di qualità della finitura.
Vediamo quindi, nel dettaglio, tutti i miglioramenti introdotti dall’installazione del Surya.

RIDUZIONE DEI COSTI DI MANUTENZIONE DELLA CABINA

La riduzione dei costi di manutenzione ha diversi aspetti.
Innanzitutto i pannelli endotermici Surya permettono di eliminare l’utilizzo del bruciatore, a gasolio o a gas metano. Questo implica che non sarà più necessario provvedere alla sua manutenzione ordinaria (annuale) e/o straordinaria.

Eliminando il bruciatore si elimina anche l’espulsione dei fumi di combustione e di conseguenza l’obbligo della loro dichiarazione di immissione in atmosfera.

Viceversa i pannelli endotermici Surya non hanno bisogno di alcuna manutenzione, tanto che ad oggi non abbiamo sostituito neanche una resistenza all’interno di un pannello radiante.

Il funzionamento dei pannelli endotermici Surya  prevede lo stop della ventilazione per tutto il periodo dell’essiccazione (tipicamente 25-40 minuti). Durante questo lasso di tempo, la ventilazione della cabina sarà azionata solamente per 30 secondi circa, ogni 10 minuti per fare i necessari ricambi d’aria ed eliminare eventuali esalazioni di solvente. Questo determina un minor utilizzo dei gruppi e di conseguenza a una minor manutenzione dei suoi principali elementi costitutivi, quali cinghie, motori e ventilatori.

Il sistema radiante, andando ad agire direttamente sul supporto da verniciare, permette anche di diminuire l’effetto overspray (perché la vernice trovando il supporto caldo, tenderà a “stendersi” meglio su di esso), diminuendo da un lato la quantità di prodotto verniciante utilizzato ed aumentando conseguentemente la durata dei filtri.

SISTEMA ECOLOGICO

I pannelli endotermici Surya sono un sistema completamente elettrico che permette di eliminare il bruciatore e di conseguenza l’emissione dei
fumi di combustione in atmosfera, contribuendo a migliorare la qualità dell’aria che respiriamo.

COS’E’ IL SISTEMA A PANNELLI ENDOTERMICI SURYA ECO

In primo luogo dobbiamo sottolineare che non cambia assolutamente niente nella lavorazione dal punto di vista dell’utilizzatore finale rispetto ad un sistema Surya standard: continuerà ad avere gli stessi vantaggi già descritti, con in più la possibilità di poter impiegare solo la metà dei kW normalmente assorbiti.

Di fatto, con questo modello si dimezzano le potenze elettriche assorbite durante la fase di verniciatura, una soluzione molto apprezzata in tutte quelle realtà produttive in cui non si vuole, o non si ha la possibilità, di aumentare il fabbisogno di energia elettrica.

COME FUNZIONA IL SISTEMA A PANNELLI ENDOTERMICI SURYA
ECO NELLE VARIE FASI DEL CICLO DI VERNICIATURA?

Quando l’utilizzo del Surya standard avviene in una realtà lavorativa che ha pochi kW a disposizione, possono sorgere degli inconvenienti. Supponiamo infatti di avere i motori della cabina e il Surya in funzione: per il nostro ciclo di lavorazione significa avere dei problemi sia nella fase di verniciatura sia in fase di essiccazione quando i motori si accendono per 1 minuto ogni 10 circa, per fare dei ricambi di aria e portare all’esterno l’eventuale solvente esalato durante questa fase.

La modalità ECO interviene in queste due fasi in questo modo:

• i kW vengono ripartiti in due blocchi, ognuno dei quali è attivato alternativamente, ogni 15 secondi circa, fino a che non si arriva alla temperatura impostata.

L’intero ciclo è gestito automaticamente dal quadro di comando, sul quale
continueremo ad operare come nel caso di utilizzo del Surya standard.

Tutto molto semplice!

RICHIEDI INFORMAZIONI O UN PREVENTIVO SENZA IMPEGNO





  Ho letto e accetto la politica sulla privacy



AUMENTO DELLA QUALITA’ DELLA VERNICIATURA

Il sistema a pannelli endotermici Surya, sfruttando la trasmissione del calore per irraggiamento, fa in modo che il supporto venga riscaldato a partire dagli strati più interni verso l’esterno e questo avviene in tutte le fasi del ciclo di verniciatura.
In particolare l’auto o il supporto una volta essiccato, oltre ad essere subito pronto per essere lavorato, sarà completamente asciutto e soprattutto sarà del tutto esente dalla possibilità che sulla parte riparata si possano venire a creare dei difetti a settimane di distanza (per esempio dopo una prolungata esposizione al sole nei periodi caldi).

UNIFORMITA’ DELLA LAVORAZIONE PER TUTTE LE STAGIONI

Il sistema di pannelli endotermici Surya non risente delle variazioni climatiche durante le varie stagioni (temperatura, umidità, ecc), perchè il calore che il sistema emana colpisce direttamente il supporto da riscaldare, diversamente da quanto accade con il sistema tradizionale con bruciatore, che deve in qualche modo adattarsi alle diverse esigenze climatiche, perchè l’aria che per  convenzione andrà a riscaldare il supporto, avrà delle caratteristiche diverse durante l’arco dell’anno.

OTTIMIZZAZIONE DEI TEMPI DI LAVORAZIONE DELL’INTERO CICLO DI VERNICIATURA

La caratteristica principale dei pannelli endotermici Surya è il riscaldamento per irraggiamento del supporto da trattare. Questo permette di ottenere in tempi rapidi le temperature sul supporto ottimali per ogni fase dell’intero ciclo di lavorazione.

Vediamo come questo aspetto interviene sui tempi di lavoro nelle varie fasi:
1. Una buona verniciatura comincia già in fase di preparazione. Infatti è consigliato, specialmente nei mesi più freddi, effettuare le operazioni di preparazione dei pezzi o del veicolo direttamente in cabina con i pannelli accesi e la ventilazione spenta.

In questo modo, nel tempo necessario alla mascheratura e alla pulizia dei particolari da verniciare (tipicamente 10-15 minuti) il supporto ha la possibilità di riscaldarsi, portandosi ad una temperatura ideale per la successiva fase di verniciatura.

Una volta terminata la fase di preparazione e si è pronti per verniciare, il termoregolatore gestisce in modo semplice ed efficiente le successive fasi, attivando anche la ventilazione.
Nel caso, frequente, che l’utilizzatore necessiti di più “mani” di uno stesso o di diversi prodotti, potrà passare al primo step dell’essiccazione, cioè quello dell’appassimento.

In questo modo mentre si prepara il nuovo prodotto da applicare, abbiamo la possibilità di fare evaporare la quasi totalità di acqua e/o solvente : infatti in questa fase si avrà un innalzamento notevole della temperatura dei pannelli che provvederanno a loro volta ad incrementare la temperatura del supporto appena verniciato. L’evaporazione di acqua e/o solventi sarà poi espulsa in atmosfera per mezzo della ventilazione della cabina.

Tipicamente, tra una mano e l’altra, con un riscaldamento tradizionale, la fase
chiamata di appassimento durerebbe dai 10 ai 15 minuti, mentre con i pannelli endotermici Surya sono sufficienti dai 4 ai 5 minuti.

Una volta terminate tutte le operazioni di verniciatura, basterà premere il pulsante che dà inizio al ciclo di essiccazione: da questo momento in poi
l’operatore non dovrà più interagire con il quadro di comando, in quanto tutto il
ciclo di essiccazione, con i suoi tempi e temperature dei pannelli, verrà gestito automaticamente dal termoregolatore.

Alla fine del ciclo di essiccazione sia i pannelli sia la cabina verranno spenti automaticamente.

Alla fine del ciclo di raffreddamento il pezzo può essere tranquillamente rimontato ed all’occorrenza lucidato, senza dover aspettare altro tempo.

Il tempo necessario a completare l’intero ciclo può così essere compreso tra 45 e 60 minuti, dopo i quali l’auto e/o il supporto è pronto per essere riassemblato e/o lavorato.

RIDUZIONE COSTI LAVORAZIONE DEL CICLO DI VERNICIATURA

La diretta conseguenza di quanto già detto in relazione alla diminuzione di overspray è la riduzione dei costi di lavorazione durante la verniciatura.

Infatti l’irraggiamento, andando ad agire direttamente sul supporto da verniciare, darà a quest’ultimo la giusta temperatura per una stesura del prodotto verniciante ottimale.
Stendendosi meglio, la conseguenza è una riduzione della quantità di prodotto utilizzato.
Infatti una maggiore quantità di prodotto sarà “attirato” sulla superficie calda
da verniciare e non andrà nebulizzato all’interno della cabina di verniciatura e successivamente espulso dall’aspirazione (con il vantaggio, già evidenziato, di un minor intasamento dei filtri in aspirazione).
Sono questi i motivi per cui consigliamo di effettuare la preparazione o mascheratura dell’auto direttamente in cabina, con i pannelli radianti a 60°C ca. e ventilazione spenta. I minuti necessari ad effettuare questa operazione permetteranno, soprattutto nei periodi più freddi, sia all’intera cabina di riscaldarsi sia al supporto da verniciare di portarsi già ad una temperatura ottimale (20-25 °C) migliorando non solo l’applicazione
della base e/o vernice, con conseguente riduzione dell’overspray, ma anche
permettendo una finitura eccellente all’intero ciclo di verniciatura.

COSTI DI FUNZIONAMENTO

Il punto forte del sistema, insieme alla qualità del prodotto finito, sono senza ombra di dubbio i costi necessari al funzionamento dei pannelli radianti durante l’intero ciclo di verniciatura.
Prendendo ad esempio la fase di essiccazione (appassimento + essiccazione), che è simile per i tutti i tipi di lavorazione, possiamo considerare che, più o meno, dovremo utilizzare la cabina per circa un’ora.
Considerando che i pannelli endotermici Surya restino sempre accesi per un’ora e l’utilizzo di un Surya 10 (impegna circa 30 kW di potenza elettrica), avremmo un consumo di energia pari a 30 kWh per effettuare la nostra essiccazione: questo vorrà dire che in media si avrà un consumo di energia elettrica di circa 3,00 €.  E abbiamo preso il caso peggiore.

In realtà i pannelli non saranno mai accesi per tutti i 60 minuti, perchè una volta raggiunta la temperatura necessaria il sistema li spegne, riaccendendoli soltanto quando la stessa scende al di sotto della soglia ottimale.

Questo meccanismo di fatto riduce ulteriormente il costo appena indicato sopra.
Con sistemi tradizionali che utilizzano gas metano o gasolio, i costi sono notevolmente maggiori. Infatti se prendiamo come esempio il gas metano in media ci si può aspettare che per un’ora di essiccazione costino dai 15,00 ai 20,00 €, secondo le potenze termiche dei bruciatori, mentre per il gasolio si arriva addirittura a 25,00-30,00 €.

Da questi dati si intuisce facilmente quanto il sistema a pannelli endotermici Surya risulti a dir poco enormemente vantaggioso anche e soprattutto sul versante dei costi.

Il risparmio ottenuto può così coprire per intero la rata di un eventuale finanziamento o noleggio.

FACILITA’ DI INSTALLAZIONE, ZERO MANUTENZIONE E PRODOTTO ATEX

Le diverse tipologie di configurazione dei pannelli radianti permettono la loro installazione su qualsiasi tipo di cabina di verniciatura in 2 o 3 giorni, a seconda del numero di pannelli da installare.

I pannelli radianti non hanno bisogno di nessuna manutenzione: l’unica accortezza consiste nel proteggerli con un telo ad alta temperatura, per evitare il depositarsi sulla superficie di overspray, che tra l’altro incide solo per un fattore estetico, non essendo intaccata la resistenza all’interno del pannello di alluminio bianco.

Inoltre nel caso si volesse, nel corso del tempo, ripristinare esclusivamente l’estetica della lastra di alluminio bianca (nulla cambia per il funzionamento a patto di non depositare sulla stessa uno spessore tale di vernice da costituire un barriera difficilmente superabile dall’irraggiamento della resistenza), basterà semplicemente carteggiarla, per poi verniciarla con una normalissima vernice bianca ad alta temperatura. Fatto questo per fissare definitivamente il prodotto basterà accendere per qualche decina di minuti i pannelli radianti.

Per ultimo, ma non per questo meno importante, possiamo affermare che i pannelli endotermici Surya, di nostra produzione, sono conformi:
• a tutte le disposizioni pertinenti della Direttiva Europea n° 94/9/CE concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati Membri relative agli apparecchi e sistemi di protezione destinati a essere utilizzati in atmosfera potenzialmente esplosiva (come quella della cabina di verniciatura);
• alle seguenti norme tecniche armonizzate:
CEI EN 60079-0:2013; CEI EN 60079-15:2012; UNI EN 1127-1:2011

Di conseguenza l’apparecchiatura denominata SURYA è marcata ATEX come di seguito specificato:

II 3G Ex n IIC T3 Gc

Ricordiamo per completezza di informazione, che la norma armonizzata UNI EN 13355 che riporta le linee guida per la produzione della cabina di verniciatura ed essiccazione secondo i requisiti di sicurezza della conformità CE (obbligatoria per tutte le macchine a partire dal settembre 1996), pur non classificando come zona Atex la cabina di verniciatura nel suo complesso, indica esplicitamente che all’interno di essa, poichè ci sono le condizioni per il crearsi, anche se per brevi periodi, di atmosfere potenzialmente esplosive, possano essere posizionati e/o installati solo ” equipaggiamenti di categoria 3 per l’installazione in zona 2″, cioè conformi alla normativa Atex sopra indicata.

Guarda le domande più frequenti ...

Quali informazioni servono per avere un preventivo?

E’ sufficiente compilare, senza impegno, la scheda con i dati per essere contattato ed essere pronti a fornire informazioni su:

  • dimensioni necessarie (lunghezza, larghezza e altezza)
  • montaggio previsto all’interno o all’esterno
  • tipo di lavorazione da eseguire (carteggiatura, verniciatura, sabbiatura, ecc…)

Posso montarla anche all’esterno?

Certamente, ma dovrai richiederlo. Infatti, la versione per esterno deve necessariamente avere il tetto spiovente e i tensionatori speciali per gli ancoraggi, per questioni di sicurezza.

Come posso verificare se nella mia località posso montare la Jumbo all’esterno?

Contatta i nostri uffici e, senza impegno, ti forniremo tutte le informazioni e parleremo noi con il tuo consulente per tutte le specifiche tecniche necessarie

In questo momento con posso impegnarmi finanziariamente…

Non preoccuparti, non è necessario alcun gravoso impegno finanziario, nemmeno per le versioni più grandi della Jumbo. Puoi acquistarla in comode rate senza anticipo, che scaricherai interamente. Leggi i vantaggi del nostro Noleggio

Se hai altre domande, contattaci e saremo lieti di darti tutte le informazioni di cui hai bisogno, senza alcun impegno.

SCOPRI LE AGEVOLAZIONI FINANZIARIE E DI PAGAMENTO

AGEVOLAZIONI FISCALI E FINANZIARIE

JUMBO rientra tra i beni che possono essere oggetto di SUPERAMMORTAMENTO AL 130%

Il nostro ufficio che segue le agevolazioni può darti tutte le informazioni su qeusta e altre opportunità!

 

AGEVOLAZIONI  DI  PAGAMENTO

JUMBO rientra nella possibilità di acquisto tramite NOLEGGIO con RISCATTO FINALE

In cosa consiste? E’ un comodo metodo di pagamento che ti consente di far fronte ai tuoi investimenti acquistando a piccole rate fisse e senza dover anticipare nulla.

Ecco tutti i VANTAGGI:

  • Nessun anticipo, nemmeno l’iva
  • Cominci a pagare la prima rata un mese dopo il collaudo, quando già stai lavorando
  • Le rate sono fisse, non ci sono sorprese, e lo sai prima, nel preventivo ufficiale e dettagliato che ti invia la banca finanziatrice
  • spese di istruttoria: massimo € 150,00
  • rate interamente scaricabili, in quanto si tratta di un servizio e non di un acquisto di un bene
  • ultima piccola rata finale per riscattare il bene e acquisirne la piena proprietà

RICHIEDI TUTTE LE INFORMAZIONI DI CUI HAI BISOGNO, SENZA IMPEGNO





  Ho letto e accetto la politica sulla privacy